10 cose da sapere sul filo interdentale

L’uso del filo interdentale è una parte importante della normale routine di igiene orale, per questo ogni dentista lo raccomanda. Nonostante questo molto spesso questa fase della pulizia viene sottovalutata, ecco perchè ci sono alcune cose da sapere sul filo interdentale che ci permettono un uso più corretto e consapevole.

1) Cibo e batteri si nascondono negli spazi tra i denti e non importa quanto a fondo si spoazzola, le setole non possono raggiungerli. Solo il filo interdentale può rimuovere con efficacia ciò che lo spazzolino non riesce a raggiungere.

2) Il filo di nylon è il più usato nel mondo, specialmente la versione cerata è particolarmente apprezzata in quanto riesce a scivolare con più facilità tra gli spazi e le fessure più strette.

3) Il filo interdentale generalemente è venduto in confezioni di plastica che possono contenere da 10 a 100 m di prodotto. Di solito il pacchetto ha una piccola lama metallica integrata per tagliare il filo senza strapparlo.

4) Gli anziani che hanno difficoltà a manipolare il filo con le dita, ma anche più pigri, possono utilizzare il filo elettrico a batteria, che rimuove la placca in maniera efficace ed è sicuro da usare. Il dispositivo fa vibrare delicatamente il filo tra i denti, stimolando anche le gengive.

5) Il filo interdentale deve essere utilizzato una volta al giorno, meglio se quando si è finito di mangiare. Per questo il momento migliore per passarlo è prima di andare a letto.

6) Se questa importante operazione viene effettuata prima di spazzolare i denti con il dentifricio si facilita la penetrazione del fluoruro tra le fessure.

7) Per passare il filo in maniera efficace è necessario avvolgere circa 30 cm di prodotto attorno al dito medio e farlo scorrere fessura per fessura.

8) Un filo interdentale irregolare o un uso scorretto può causare il sanguinamento delle gengive, quindi è necessario guidarlo con delicatezza tra le fessure facendo in modo che non scatti. A questo punto deve essere fatto un movimento a C per rimuovere i residui di cibo raschiando entrambi i lati, ma anche la parte posteriore e anteriore del dente.

9) Per ogni dente deve essere riservata una parte pulita di filo per impedire il trasferimento dei batteri della placca da una parte all’altra della bocca.

10) L’uso del filo interdentale aiuta a mantenere fresco l’alito, una sensazione resa ancora più piacevole se si utilizza la versione aromatizzata alla menta.

Share: