Cosa c’è dentro un Dentifricio?

Ogni dentifricio è composto da molti ingredienti, alcuni servono a proteggere i nostri denti e a difendere la salute del cavo orale, mentre altri hanno lo scopo di rendere più piacevole lo spazzolamento e di lasciare in bocca un sapore fresco e gradevole.

Fluoro: è un ingrediente attivo presente praticamente in tutti i dentifrici, viene utilizzato da oltre cinquanta anni. Rende lo smalto più forte e rimane nella saliva, in questo modo continua a portare benefici anche dopo aver lavato i denti.

Componenti abrasivi: molti dentifrici contengono delle particelle che attraverso lo sfregamento dello spazzolino aiutano a pulire più a fondo la superficie dentale. Il problema è che a volte possono essere un po’ aggressivi e si rischia di danneggiare lo smalto. Possono essere usati carbonato di calcio, pirofosfato di calcio, bicarbonato di sodio e silice idratata. I minerali non solo agiscono come componente abrasiva, ma rendono il dentifricio più brillante e gradevole alla vista.

Detergenti: grazie alla formazione di schiuma aumentano la percezione di igiene e aiutano la distribuzione omogenea del prodotto nel cavo orale.

Sapori: vengono aggiunti alla maggior parte dei dentifrici, soprattutto in quelli per bambini, per mascherare eventuali sapori sgradevoli e possono contribuire a rinfrescare l’alito.

Idratanti: servono a evitare che il dentifricio si secchi e a mantenere la pasta liscia e piacevole da usare. Generalmente si utilizza glicerina, sorbitolo e acqua.

Agenti antibatterici: alcuni dentifrici contengono Triclosan, un agente antibatterico e antimicotico che si trova comunemente anche nei saponi.

Conservanti: sono aggiunti in modo da evitare che i microbi non crescano nel dentifricio rovinandolo, se non ci fossero bisognerebbe tenerlo in frigo mentre in questo modo il dentifricio riesce a conservarsi per mesi a temperatura ambiente.

Coloranti: hanno l’unico scopo di dare al dentifricio un aspetto attraente, i colori non sono scelti a caso ma in genere hanno un legame con le caratteristiche specifiche del prodotto.

Dolcificante: il più usato è lo xilitolo perchè oltre a migliorare il gusto del dentifricio ha anche proprietà benefiche.

Addensanti: alcuni dentifrici sarebbero troppo liquidi se i produttori non aggiungessero sostanze come la carregenina per dare una consistenza migliore.

Share: