Diastema: quando e come correggerlo

Il diastema, l’intervallo tra due denti vicini, non rappresenta necessariamente un problema. Soprattutto se si presenta tra i due incisivi centrali può diventare una di quelle imperfezioni che caratterizzano il sorriso positivamente, ma in alcuni casi è necessario intervenire e non solo per questioni estetiche. Può capitare infatti che un eccessivo spazio tra i denti possa causare difficoltà di pronuncia o che si generi uno sbilanciamento di tutto l’apparato. Le cause possono essere diverse e vanno da una predisposizione genetica a una mascella molto grande; frequentemente la presenza del frenulo labiale superiore può causare il diastema, in questo caso potrebbe essere necessario un riposizionamento chirurgico. Anche cattive abitudini come esercitare pressione sui denti anteriori con la lingua possono portare alla graduale formazione del diastema così come un dente mancante può causare lo spostamento degli altri aumentando lo spazio che li separa.

Il diastema è più frequente nei bambini e spesso lo spazio si riduce da solo mano a mano che nascono nuovi denti, ma può capitare che sia necessario correggere questo piccolo difetto e recarsi da un dentista per scoprire la soluzione più adatta al proprio caso.

Trattamento ortodontico: è sicuramente una delle opzioni più comuni per risolvere il problema, aiuta con delicatezza a spostare gradualmente i denti e a correggere la loro posizione fino alla chiusura completa del diastema.

Faccette in ceramica: questo sistema è il meno invasivo perché si limita a coprire l’inestetismo di uno spazio eccessivo. Si tratta di sottili lamine di ceramica che vengono fissate ai denti in modo da nascondere eventuali forme irregolari, quindi non si corregge solo lo spazio ma anche eventuali altre imperfezioni.

Corone dentali e ponti: vengono collocati su denti danneggiati in modo da ripristinare la forma e la dimensione originale, ma possono essere utilizzati anche per la correzione di denti troppo piccoli che di conseguenza hanno un intervallo eccessivo tra loro.

Impianti dentali: in questo caso un dente mancante viene sostituito con uno artificiale, è una soluzione complessa e invasiva ed è quindi consigliata solo se strettamente necessaria.

Mentre per alcuni il diastema può rappresentare un disagio soprattutto dal punto di vista estetico nonostante negli ultimi anni sia stato sdoganato anche nel mondo delle celebrità, in alcune culture è una vera e propria moda tanto che in Nigeria sono molto richiesti interventi per formare un piccolo spazio tra gli incisivi. Difficilmente un dentista serio accetterebbe di intervenire in questo senso su una dentatura sana, ma d’altro canto sarà il primo a sconsigliare la correzione se non strettamente necessaria ed è quindi fondamentale lasciarsi consigliare se sia il caso o meno di correggere un difetto capace di rendere unico un sorriso.

Share: