Quando digrignare i denti diventa un problema

La maggior parte delle persone che digrigna i denti lo fa solo occasionalmente, ma questo disturbo chiamato bruxismo può causare danni se si presenta con una certa frequenza. Per questo motivo chi sospetta di soffrire di bruxismo dovrebbe recarsi quanto prima dal proprio dentista in modo da verificare se sia il caso o meno di prendere provvedimenti.

Le cause di un frequente digrignamento possono essere diverse, ansia e stress compresi, ma se il fenomeno si manifesta soprattutto durante il sonno è probabile che sia causato da un morso anomalo, da denti mancanti o storti. Tra le cause non possono essere esclusi disturbi del sonno come l’apnea. Proprio perchè molte persone digrignano i denti mentre dormono non sempre si rendono conto di cosa stia succedendo nella loro bocca; un sordo e costante mal di testa o un dolore alla mascella potrebbero essere sintomi del bruxismo. Il dentista può dare conferma ai sospetti verificando la presenza di ulteriori effetti, come un’usura anomala dei denti.

In alcuni casi il bruxismo può comportare fratture,allentamenti o perdita di denti, per questo motivo è importante intervenire prima che il disturbo diventi cronico.
Se le cause sono di ordine psicologico è chiaro che è necessario migliorare il proprio stile di vita e tagliare il consumo di caffeina e alcol per ottenere una maggiore qualità del sonno.

Fortunatamente il dentista può intervenire per fare in modo che questa brutta abitudine non danneggi gravemente i denti, lo strumento più semplice ed efficace in questo senso è sicuramente il bite, ovvero un paradenti in resina che non permette il digrignamento dei denti durante il sonno. Ne esistono di diversi tipi, quelli automodellanti sono universali in quanto prendono automaticamente il calco della dentatura dopo essere stati immersi in acqua calda. Tuttavia è consigliabile rivolgersi al proprio dentista di fiducia per averne uno su misura, più efficace di quello universale. Raramente il bruxismo è trattato farmacologicamente, ma a volte rilassanti muscolari possono essere prescritti per allentare la mascella e impedire il digrignamento.

Se il bruxismo ha gà causato danni ai denti il morso potrebbe essere fuori allineamento, in questo caso è necessario un intervento da parte del dentista che ad esempio può servirsi di corone per rimodellare la superficie dei denti troppo consumati dal digrignamento.

Share: